Salta al contenuto principale
loading

Ode ai peperoni

Peperoni alla leccese

Avete presente quando, sedute alla vostra scrivania in uffcio, sognate le ore di libertà a casa? 
- Cosa farei se fossi lì? 
Teglie di biscotti, casa tirata a lustro, profumo di dolci e di fiori, io bellissima con un rossetto appena accennato e il grembiule a righe che tengo per le occasioni speciali, una tavola con tanto di candela per il suo rientro a casa.

Ecco, avete presente quando invece  poi a casa ci tornate davvero? E magari vi siete dette, "Aspetta aspetta che passo per il supermercato per quel pizzico di dragoncello che serve al contorno della cenetta di sta sera? "
I cinque minuti al supermercato diventano cinquantacinque, alla cassa avete davanti  la signora con 450 buoni pasto da firmare e datare, almeno 6 le camicie da recuperare  in stireria. Uscite dall'auto che manco la dea Kalì c'ha tante braccia. Una fatica immensa che se ce la mettessi in palestra quell'energia avrei il fisico di Giselle Bundchen. 

Giro la chiave di casa e... oh è scoppiata la guerra? No, sono solo uscita di casa in ritardo sta mattina. 

Tempo di risistemare quelle quattro stanze che in tutto fanno casa mia. Una doccia rapida in cui mi distraggo quel secondo in più che mi diventa mezz'ora di scrub.
E alla fine sono in ritardo.

In questi casi mi amo molto per la saggia decisione di suddividere il ricettario per tempistiche di lavorazione/cottura. 

Ingredienti

2 peperoni rossi

3 peperoni gialli

300 gr di datterini

2 cipolle dorate

1 spicchio di aglio

Due cucchiai di capperi dissalati

2 cucchiai di zucchero

un bicchiere di vino bianco

tre cucchiai di pane raffermo grattuggiato

olio qb

sale

pepe

Preparazione

Lavate i peperoni, eliminate i semi e spezzettateli con le mani in modo grossolano. Sbucciate le cipolle e tagliatele a spicchi. In una casseruola mettete sul fondo un filo d'olio, i peperoni, le cipolle, uno spicchio d'aglio diviso in due in cui avrete precdentemente eliminato l'anima, i datterini tagliati a metà, i capperi. Salate, pepate e coprite con un coperchio. Lasciate cucinare a fuoco medio per 15 minuti. 

Aggiungete il vino bianco e alzate la fiamma fino a farlo evaporare. Una volta consumato il vino, spolverizzate con lo zucchero, mettete nuovamente il coperchio e lasciate cuocere per altri 15 minuti. 
Se dovessero risultare troppo asciutti, aggiungete qualche cucchiaio di acqua. 

A parte scaldate un filo d'olio e cospargetevi le briciole grossolane di pane. Fate dorare. 

Servite i peperoni cospargendovi sopra le briciole di pane tostato. 

Basta mezzora. Poco impegno. e una gran soddisfazione. .

P