Salta al contenuto principale
loading

gnocchi di rapa rossa

Non mi farei intimidire dal color Barbie... Non è un piatto per sole donne, giuro. Crema di caprino, gnocchi di barbabietola, maggiorana e semi di papavero.

Ingredienti

  • 400 g di patate
  • 80 g di barbabietola cotta
  • farina qb
  • un pizzico di sale
  • un uovo intero
  • 100 g di caprino fresco
  • maggiorana
  • semi di papavero

Preparazione

Lessate le patate. Preferibilmente al vapore, io le faccio in pentola a pressione per abbreviare i tempi. Mettete la rapa rossa precotta nel mixer e tritatela fino a formare una crema, potete aggiungere un po' d'acqua bollente ( magari quella delle patate) per aiutarvi. Schiacciate la patate ancora calde  con lo schiacciapatate; su una spianatoia unitele alle barbabietole. Aggiungete la farina, e l'uovo intero. Amalgamate con le mani e unite altra farina se necessario: il composto non deve risultare appiccicoso. Formate dei rotolini cilindrici e con il coltello non seghettato tagliate dei pezzettini di circa un centimetro. Io ho preferito lasciarli di questa forma, ma è possibile formare delle palline sporcandosi le mani con la farina. Ponete gli gnocchi su una spianatoia infarinata. Mentre attendete che l'acqua prenda il bollore, in una ciotola  unite al formaggio caprino morbido un goccino di latte, o in mancanza va bene anche dell'acqua e mescolate bene. Disponete la crema sul fondo dei piatti. In un pentolino scaldate un po' d'olio evo con  uno spicchio d'aglio e qualche foglia di maggiorana. Lessate gli gnocchi nell'acqua che avrete precedentemente salato, lasciateli cuocere 3/4 minuti: non scolateli non appena salgono in superficie, è una falsa credenza quella che afferma che gli gnocchi sono cotti non appena riaffiorano( gli gnocchi riaffiorano nel momento in cui l'acqua torna a temperatura essendosi abbassata con immersione degli gnocchi: Rugiati docet). Una volta cotti, scolate gli gnocchi con una schiumarola, saltateli con l'olio aromatizzato e disponeteli nel piatto sopra alla crema di caprino. 

Guarnite con gocce di caprino, foglioline di maggiorana e semi di papavero. 

Se avete fatto troppi gnocchi, metteteli in una teglia leggermente infarinata o cosparsa di semolino, e poneteli in freezer. Una volta congelati, potrete mettere gli gnocchi in sacchettini di nylon. In questo modo potrete conservarli e tirarli fuori all'occorrenza, lessandoli in acqua bollente da congelati. 

P