Salta al contenuto principale
loading

Gnudi di zucca

E' domenica, casa nostra profuma di bucato, i fiori che ieri ho comprato al mercato sembrano fatti a posta per il mio tavolo bianco, una luce intensa illumina la cucina e a me sembra che non esistano posti più belli in cui potrei stare.

La sensazione di pienezza che mi trasmette il semplice essere seduta su questa sedia, tra le quattro mura di un posto che non potrebbe essere più nostro di così.
E' pace, la serenità non si trova altrove. La trovo qui, a portata di mano, nel profumo del caffè della nostra piccola caffettiera lilla, nel sistemare un cuscino che parla di te, nel conoscere i posti di tutte le cose che sono in disordine, nel rumore dei vicini  impegnati a riordinare il loro piccolo mondo, loro che forse saranno mossi dai miei stessi pensieri, o forse no.
Mi piace illudermi di essere speciale, mi piace pensare di essere tra le poche ad amare così tanto un pavimento, il modo in cui la luce illumina la nostra camera, l'armonia di una ghirlanda nata per sbaglio, il giro che fa l'aria tra le nostre poche stanze. Io amo essere qui, perché niente più di questo posto rappresenta il nostro vivere. 

Ingredienti

  • 300 gr di polpa di zucca delica
  • 400 gr di ricotta di pecora ( per un sapore più delicato si può usare anche quella vaccina)
  • 100 gr di parmigiano grattuggiato
  • 1 uovo
  • 1 albume
  • 80 grammi di farina
  • sale
  • pepe
  • olio evo
  • timo
  • mandorle a lamelle
  • 40 gr di burro
  • pecorino romano per condire

La zucca deve essere più asciutta possibile, quindi tagliatela a fette di un cm. Eliminate la buccia, disponete le fette in una teglia ricoperta di carta da forno e cuocetela  in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti abbondanti. 
Quando sarà pronta mettete la polpa in un colino a maglia fine e schiacciatela bene con una forchetta in modo da eliminare l'acqua in eccesso. 
Stesso principio vale per la ricotta, tenetela il più possibile in frigorifero ( anche per una notte se ne avete la possibilità) dentro ad un colino con sotto una ciotola.
Una volta pronta mescolatela con la polpa della zucca, unite il parmigiano grattuggiato, l'uovo, l'albume e la farina. Condite il composto con sale e pepe. Lasciate riposare in frigorifero e nel frattempo preparate il condimento: fate fondere il burro e un filo d'olio in un pentolino assieme a qualche rametto di timo in modo da farli insaporire a fuoco lento. Scottate leggermente le mandorle a lamelle. 
Fate bollire abbondante acqua in una pentola, salatela. 
Recuperate il composto dal frigo e con l'aiuto di due cucchiai formate delle quenelle, fate scivolare quindi il composto nell'acqua bollente senza toccare i vostri gnocchi con le mani. Attendete che tornino a galla e fateli cuocere altri due minuti. Scolateli delicatamente e conditeli con il burro fuso, il pecorino grattuggiato, una macinata di pepe, qualche fogliolina di timo e le mandorle a lamelle.

Servite. 

Per 4 persone. 

Grazie a pane&burro per avermi invogliato a cimentarmi in questa ricetta. 

 

P