Salta al contenuto principale
loading

Zuppa tiepida di lenticchie e datterini

Chi l'ha detto che le zuppe appartengono all'inverno?
Io.
Si, c'è stato un tempo in cui d'estate nella mia cucina di zuppe neanche l'ombra. Un po' per partito preso, un po' perchè ci sono talmente tante cose buone d'estate che le minestre erano all'ultimo posto tra i miei pensieri. 
E invece riscopro il piacere di una zuppetta da servire tiepida tra le pagine del blog di Simona ( www.tavolartegusto.it). Una scoperta provvidenziale: una zuppa di lenticchie che è entrata a far parte dei miei pezzi forti quando il tempo è minimo e la voglia di qualcosa di appagante è tanta. 
I legumi non li ho mai gestiti con disinvoltura, non sono cresciuta a fagioli e cipolle ( per fortuna). Ma ora a casa mi viene richiesto spesso di integrare con i legumi il mio menù settimanale. 
Per un risultato ottimale userei le lenticchie verdi secche. 
Per un risultato comunque molto soddisfacente, ma più rapido da raggiugere: lenticchie rosse decorticate. La salvezza. 

Ingredienti

  • 250 gr di lenticchie rosse decorticate
  • 200 gr di pomodorini datterino
  • 4 rametti di timo
  • 2 spicchi d'aglio
  • Olio
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

Mettete a lessare le lenticchie in acqua bollente leggermente salata: quelle rosse non hanno bisogno di ammollo. Fatele lessare per una quindicina di minuti e scolatele. Nel frattempo lavate i pomodirini, tagliateli a metà e mettetli in un pentolino con un giro abbondante d'olio: non utilizzate una padella, ma una casseruola non troppo ampia in modo che i pomodori siano vicini tra loro e l'olio si possa impregnare bene degli aromi. Unite i rametti di timo lavati, i due spicchi d'aglio. Sale. pepe e un pizzico di zucchero per contrastare l'acidità del pomodoro. Accendete il fuoco a fiamma medio bassa e fate cuocere per 4 minuti, i pomodorini devono ammorbidirsi. 
Una volta pronti pomodori e lenticchie, uniteli assieme in una stessa pentola ( io uso quella dove lesso le lenticchie). Mescolate, aggiungete un bicchiere d'acqua ( o di più a seconda di quanto liquida preferite la zuppa) accendete il fuoco per qualche altro minuto. 
Servite tiepida. 

 

P