Salta al contenuto principale
loading

Crostoni di pane alla curcuma con uova in camicia e radicchio di treviso

Cenare soli è una cosa che spaventa. 
Sarà che l'immagine che appare nella testa della gente quando pensa a una cena in solitaria è quella di un divano, cibo da asporto o pasta col tonno, e telecomando alla mano. Immagine assai triste.
Credo di dimostrare un grande amore per me stessa quando scelgo di prendermi cura di me anche durante le mie serate solitarie. 
Purtroppo a causa del Suo lavoro l'occasione si presenta molto spesso. Ma quando parte  per la trasferta guardo il mio calendario settimanale e mi rendo conto che in fin dei conti, tempo da passare sola con me, ne rimane poco. 
Tanto da farmi quasi desiderare ogni tanto qualche ora in cui posso permettermi il completo silenzio, un bagno caldo, un libro impegnativo e una cenetta veloce, ma pensata solo per me e le mie voglie. 


Beh, fatto sta che la scorsa settimana mi sono ritrovata per le mani queste tre orette serali con a disposizione una copertina di lana, un maglione a righe, un filmetto drammatico ( genere cinematografico vietato quando in casa siamo in due) e dell'interessantissimo pane alla curcuma e carote scovato al supermercato biologico. 
L'ho guardato intensamente e ci ho immaginato sopra troppe cose buone, ho fatto i conti con il frigorifero e la dispensa e ho messo assieme questa cenetta completa che mi a riempito il cuore e la pancia. 
Era proprio una cosa da mangiare struccata in salotto. 

Crostoni di pane giallo con radicchio saltato, uovo in camicia, taleggio e timo. 

Tagliate a fette spesse il pane: io avevo quello alla curcuma, ma va bene qualsiasi tipo di pane con crosta croccante e interno soffice, per esempio è perfetto anche del pane ai cereali. 
Lavate e mondate il radicchio di Treviso incidendolo alla base e suddividendolo in sei parti per il verso della lunghezza. Scaldate un filo d'olio Evo su una padella antiaderente. Fateci rosolare il radicchio un minuto per lato. Salate, pepate e aggiungete anche un pizzico di zucchero. Chiudete con un coperchio e fatelo appassire per altri due/ tre minuti. 

Per l'uovo in camicia: portate dell'acqua a bollore in un pentolino. Una volta raggiunta l'ebollizione, abbassate il fuoco ( non ci devono essere tante bolle, porterebbero l'albume a disperdersi nella pentola). Aggiungete due cucchiai di aceto di vino bianco (serve ad aiutare la coagulazione dell'albume). Con un cucchiaino mescolate l'acqua creando un vortice nel centro, rompete l'uovo e fatelo scivolare al centro del vortice. Il movimento dell'acqua aiuterà l'albume ad avvolgersi su se stesso in cottura. 
Lasciate cuocere per 4 minuti e poi scolatelo bene con una schiumarola. Per un risultato più preciso è meglio procedere con un uovo alla volta.

Se vi piace mangiare bollente: accendete il forno a 150° ( non è necessario)

Nel frattempo tagliate delle fette sottili di taleggio e in una padella scaldate le fette di pane da ambo i lati. 

Nella teglia da forno componete i vostri crostoni. Alla base le fette di pane, adagiatevi sopra tre cespi di radicchio saltato, due fettine di taleggio, l'uovo. 

Scaldate per un minuto in forno. 

Condite con dell'olio a crudo, foglioline di timo, sale e pepe. 

 

P