Salta al contenuto principale
loading

Tiramisù

e la presunzione di sentirlo un po' mio


Ci sono ricette con cui cresci. Che un po' senti che ti appartengono, poi diventi grande e scopri che appartengono anche al resto del mondo. La vivi come una seccatura, come se quella cosa che sentivi appartenerti te la stiano in qualche modo rubando: il tutto traducibile in un senso di possessività e di gelosia . Ebbene sì, si può essere gelosi di una ricetta. 
Mi rifiuto di pensare che sia semplicemente così: deve avere a che fare con qualcosa di più profondo. Forse con la sensazione di uscire da quel mondo magico in cui la propria famiglia da bambini è il centro dell'universo, il posto in cui nascono e muoiono tutte le cose, compresa la ricetta del tiramisù. 

Non sto a raccontarvi il trauma di trovarlo nel menù di un ristorante di Londra. 

Negli anni mi sono consolata scoprendo che questo dolce è nato in quella che ora è diventata la mia città: Treviso. Meglio che niente.

Ingredienti

per otto porzioni
  • 3 uova fresche
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 300 g di mascarpone ( evitate quello in scatola, meglio optare per quello fresco al bancone)
  • un pizzico di sale
  • una moka di caffè (da 6 persone)
  • una confezione di savoiardi
  • 2 cucchiai di marsala ( a piacere)
  • cacao in polvere

Preparazione

Dividete i tuorli dagli albumi. Aggiungete 3 cucchiai di zucchero ai tuorli e montateli con lo sbattitore elettrico o con la planetaria per 10 minuti fino a farli diventare chiari e spumosi. 

Aggiungete un pizzico di sale agli albumi e montate a neve ( fate attenzione che nessun residuo di tuorlo finisca negli albumi se no diventerà difficile riuscire a montarli). 

Unite il mascarpone poco per volta ai tuorli delicatamente, mescolando dal basso verso l'alto. Una volta amalgamato il mascarpone perfettamente, procedete ad incorporare gli albumi sempre con delicatezza e mescolando dal basso verso l'alto con movimenti circolari per non smontare il composto. 

Nel frattempo mettete sul fuoco una moka media di caffè. Una volta pronto trasferitelo in un piatto lasciandolo intiepidire ( se vi piace aggiungete due cucchiai di marsala). 

Preparate una pirofila di media dimensione ( io con queste dosi ho utilizzato una pirofila rettangolare di lato 20 X 30 cm e due piccole mono porzioni come nella foto). Bagnate i savoiardi da una parte e dall'altra nel caffè tiepido senza tenerli troppo tempo a mollo se no si inzupperanno troppo.

Create un primo strato di savoiardi che andrete a coprire delicatamente uno strato di crema al mascarpone. Se vi piace potere aggiungere della cioccolata fondente a pezzetti e delle noci sbriciolate. Procedete con un secondo strato di savoiardi e di nuovo con uno  abbondante di crema. 

Spolverate con il cacao al momento di servire. 

Conservate il tiramisù in frigorifero. E consumlatelo entro al massimo 2/3 giorni.  

P